Rollè di vitello

  • 4h 0m
    high
  • 4
  • facile

Questa volta vi propongo il rollè di vitello, una ricetta facile ma che nella sua semplicità può dar grandi soddisfazioni nella presentazione del piatto. La cottura del rollè – o arrotolato se preferite – solitamente viene fatta in padella e bisogna stare molto attenti a non far asciugare la base per evitare che la carne si bruci. Con la mia fidata Slow Cooker, una volta posizionata la carne in pentola, mi sono dimenticato di tutto fino a cottura ultimata!

Per il ripieno ho utilizzato la classica frittata con le erbette andando ad aggiungere un altro paio di ingredienti. Voi naturalmente potete utilizzare quello che più preferite.

Ingredienti

  • 650 g circa di fesa di vitello
  • 1 frittata con erbette
  • 1 carota
  • 3 fettine sottili di groviera
  • Funghi champignon trifolati q.b.
  • 2 patate grandi o 4 piccole
  • 200 ml di brodo
  • Sale, pepe, rosmarino q.b.

Procedimento

  • Fatevi preparare dal vostro macellaio una fesa di vitello da poter arrotolare per il vostro rollè.
  • Adagiate la fesa sulla carta da forno e se necessario battetela con un batticarne per appiattirla un po’. Salate e pepate da entrambi i lati. Disponete sopra la fesa la frittata, qualche cucchiaino di funghi trifolati, il formaggio e la carota.
  • Procedete arrotolando la carne per poi inserirla nella retina. Se preferite potete usare lo spago alimentare.
  • Imburrate leggermente la pentola o utilizzate il Cooking Spray.
  • Sbucciate le patate, tagliatele a metà o in quarti, adagiatele sul fondo della pentola e posizionateci sopra il rollè in modo che non stia a diretto contatto con la pentola stessa.
  • Aggiungete il brodo e il rosmarino.
  • Cuocere per 4 ore in posizione HIGH.
  • Al termine della cottura fate raffreddare un pò il rollè di vitello prima di affettarlo, altrimenti rischiate che le fette si sbriciolino. Potete utilizzare le patate come contorno da accompagnare al vostro rollè.

Buon appetito!

Se ti è piaciuta la ricetta Rollè di vitello segui Ricette Slow Cooker anche su Facebook, Instagram e Google+ e clicca qui per scoprire come muovere i primi passi con la tua Slow Cooker

← Precedente

Successivo →

Lascia un commento